Bari, incontro tra Michele Emiliano e l’ambasciatore eritreo Fesshazion Petros

Bari, incontro tra Michele Emiliano e l’ambasciatore eritreo Fessahzion Petros.

Bari, incontro tra Michele Emiliano, presidente della regione Puglia e l’ambasciatore d’Eritrea, Fesshazion Petros, con l’avvocato e console onorario Francesco Paolo Bello

Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia e l’ambasciatore eritreo Fesshazion Petros si sono incontrati a Bari. Scopo, rafforzare e confermare il buon rapporto tra tra Puglia ed Eritrea.   

Già lo scorso settembre, durante l’Ottantaduesima Fiera del Levante di Bari, si erano gettate le basi per migliorare i rapporti. Non solo tra Puglia ed Eritrea ma tra Corno d’Africa e Italia. Occasione fornita dalla conferenza sulla pace nel Corno d’Africa.

Una giornata durante la quale i relatori italiani ed africani avevano parlato anche del nuovo scenario, dopo la pace siglata il 9 luglio scorso tra Eritrea ed Etiopia. Una condizione a lungo attesa che ha sbloccato le relazioni tra i due paesi, coinvolgendo nell’influenza positiva l’intera area.

Il Corno d’Africa non può più essere ignorato. In particolar modo con l’Eritrea, per i legami storici e culturali, l’Italia deve ricostruire buone relazioni politiche, economiche, sociali.

In questo senso si è espresso il premier Giuseppe Conte al rientro dal suo viaggio in Eritrea ed Etiopia. Cui è seguito poco dopo quello del vice ministro agli Esteri, Emanuela Del Re.

Visite istituzionali che hanno interrotto la lunga assenza italiana.

Ora però al Corno d’Africa guardano con interesse, oltre ai politici, anche molti imprenditori italiani.

Una prima delegazione, infatti, è andata in Eritrea qualche settimana fa, incontrando anche il vice ministro Del Re. Dopo la revoca delle sanzioni, avvenuta a metà novembre, per gli imprenditori era giunto il tempo di visitare il paese.

Ad Asmara hanno incontrato ministri di diversi settori. L’interesse era valutare le potenzialità d’investimento e i possibili ambiti. Un primo importante passo che si è concluso con la firma di un protocollo d’intesa per realizzare un nuovo polo universitario ingegneristico, italo-eritreo.

In questo contesto di ritrovate e positive relazioni tra Italia ed Eritrea, s’inserisce anche l’incontro tra l’ambasciatore eritreo Fesshazion Petros e Michele Emiliano, presidente della regione Puglia.

“Mi auguro di poter essere con il ministro degli Esteri Moavero Milanesi, quando si recherà in Eritrea il prossimo marzo”, ha detto il presidente Emiliano.  “Sarebbe un modo”, ha aggiunto, “per dimostrare la piena disponibilità della regione Puglia a collaborare alla crescita dell’Eritrea. Grazie anche alla internazionalizzazione delle nostre imprese e ad alcune eccellenze, l’Università di Bari, per esempio e il Politecnico”.  “Nutro fin da quando ero sindaco” ha concluso Emiliano, “un affetto particolare per la comunità eritrea, che ha sempre dimostrato di essere perfettamente integrata nella comunità cittadina, in virtù di una vecchia e storica amicizia con l’Italia”.

“Vedo in questa regione grandi potenzialità di collaborazione”, ha detto l’ambasciatore Fesshazion, aggiungendo che sarà lieto di accogliere il presidente Emiliano ad Asmara, “con la missione governativa o un’altra missione dedicata”.

Sul rapporto tra Puglia ed Eritrea si detto molto fiducioso anche il console onorario d’Eritrea, Francesco Paolo Bello, presente all’incontro. L’avvocato Bello ha aggiunto che, dopo la revoca delle sanzioni “le nostre imprese italiane potranno investire in Eritrea a sostegno del processo di apertura ai mercati internazionali avviato dal Paese”.

L’Italia, dunque, è pronta a investire in Eritrea.  Grazie all’impegno congiunto di istituzioni regionali, statali e imprese private, potrà sostenerne la rinascita. Obiettivo cui l’Eritrea tende adesso, conquistata la pace e revocate le sanzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*