Eritrea, Isaias Afwerki incontra ad Addis Abeba Abiy Ahmed

 Isaias Afwerki ieri ad Addis Abeba durante il pranzo con Abiy Ahmed.

 Ieri il presidente eritreo è volato in Etiopia.

Una due giorni di colloqui che si conclude oggi.

La delegazione eritrea è composta dal Presidente Isaias, dal Ministro degli Estri Osman Saleh e dall’Adiviser presidenziale Yemane Ghebreab. Sono atterrati ieri mattina all’aeroporto internazionale Bole della capitale etiopica. Ad accoglierli il primo ministro Abiy Amhed.

Nelle note e nei tweet diffusi dai reciproci uffici della comunicazione si spiega lo scopo del viaggio.

I due leader, oltre a rinforzare le reciproche relazioni, parleranno dell’emergenza Covid-19 e del problema locuste che ha investito in questi mesi molti Paesi dell’area.

Le relazioni e la cooperazione tra Eritrea ed Etiopia sono riprese nel 2018, dopo la firma ad Asmara della pace rimasta in sospeso al termine del conflitto tra i due Paesi ( 1998-2000).

Dopo l’arrivo la delegazione eritrea con il presidente Isaias hanno preso parte a un pranzo organizzato dalla presidente etiopica Sahlework Zewde, unica donna capo di Stato in Africa. Eletta subito dopo l’arrivo del premer Abiy la sua nomina è parte di una riforma che stabilisce che metà del governo dev’essere composto da donne.

Al pranzo ufficiale di ieri hanno partecipato inoltre l’ex premier Heilemariam Desalegn e il presidente della regione dell’Oromia Shimeles Abdissa.

Oggi, come riportato dall’agenzia di Stato etiopica Fana, proprio nella regione Oromia il presidente Isaias e il premier Abiy hanno inaugurato il progetto di irrigazione di Batu Dugda.

Si tratta di un’area di duemila ettari che a completamento lavori dovrebbe diventare di quindicimila.

Le delegazioni hanno poi visitato alcuni vivai di frutta e verdura in zona.

Dopo la firma dell’Accordo di Pace (9 luglio 2018), gli incontri dei due leader nelle rispettive capitali sono stati numerosi.  Obiettivo migliorare le relazioni non solo tra Eritrea ed Etiopia ma anche tra i Paesi dell’area.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

16 − 4 =